Come gestire la caduta dei capelli dopo il parto, secondo un tricologo


 La gravidanza presenta tutta una serie di benefici effetti collaterali di bellezza: pelle luminosa, capelli più pieni, unghie più forti. Sfortunatamente, la maggior parte di questi benefici è di breve durata e molte donne lottano con il loro repertorio di bellezza dopo il parto grazie a cose come riacutizzazioni dell'acne, secchezza e smagliature. Una situazione del genere che quasi il 50% delle donne deve affrontare dopo aver dato alla luce il proprio piccolo? Perdita di capelli dopo il parto. Contrariamente alla credenza popolare, la caduta dei capelli dopo il parto non è dovuta alla mancanza di sonno o allo stress generale di avere un neonato. In effetti, notare ciuffi di capelli sulla spazzola per capelli o sul pavimento della doccia è in realtà una normale risposta biologica ed è solo temporanea.

Se la tua coda di cavallo sembra più leggera di prima o noti quella che sembra essere una famiglia di capelli rotti all'attaccatura dei capelli, probabilmente sei una delle tante madri che stanno attraversando la caduta dei capelli dopo il parto. Sentirsi come se stessi perdendo i capelli è un po 'uno shock. Va bene, un sacco di shock. Il lato positivo è che la maggior parte delle donne non passa dall'avere capelli folti e carnosi allo sfoggiare punti calvi sul cuoio capelluto, e ci sono modi per gestirlo durante questa imbarazzante fase di crescita. Continua a scorrere per scoprire perché si verifica un'eccessiva caduta dei capelli dopo il parto, come decifrare quanto spargimento è normale e come mantenere i tuoi capelli favolosi come durante la gravidanza.

Perché si verifica la perdita dei capelli dopo il parto?

Per nove o dieci mesi hai avuto i capelli dei tuoi sogni: erano folti, lucenti e davano filo da torcere alle modelle commerciali. Ma pochi mesi dopo il parto ti sei svegliato dal sogno con una testa di fili sottili e sciolti che sembra cadere a pezzi. Quel sorriso da neonato che ti guarda è valsa la pena, ma tutti questi cambiamenti di capelli possono lasciarti in uno stato di panico chiedendoti se la tua criniera tornerà alla normalità. La risposta è si.

"Quando una donna è incinta, si verificherà un'eccessiva secrezione di ormoni femminili", afferma il dottor William Yates, MD FACS. "Ciò consentirà ai follicoli piliferi di rimanere nel loro ciclo di crescita (anagen) e i capelli cresceranno più lunghi e più forti del normale". Durante il postpartum, tuttavia, è normale che si verifichi la caduta dei capelli perché c'è un brusco calo degli ormoni (vale a dire, gli estrogeni), che fa sì che i capelli diventino "spaventati" e di conseguenza perdano il pelo. Pensa solo che i tuoi capelli perdono follicoli piliferi per nove mesi.

Secondo l'American Academy of Dermatology Association, la caduta dei capelli dopo il parto non è in realtà una vera perdita di capelli - è "un'eccessiva caduta di capelli causata dalla diminuzione dei livelli di estrogeni". Le buone notizie? Lo spargimento non dura per sempre. Lo spargimento postpartum dura tipicamente sei mesi, con molte donne che sperimentano il "picco" di perdita tra tre e quattro mesi, dice il dottor Yates a TZR. E mentre è normale che una persona perda 100-150 capelli al giorno, se stai ancora perdendo entro il primo compleanno di tuo figlio, il dottor Yates dice che una visita dal tuo dermatologo o medico di famiglia potrebbe essere necessaria.

Lo spargimento dopo il parto può manifestarsi in diversi modi, afferma la tricologa certificata BosleyMD Gretchen Friese. “A volte, i capelli cadono su tutta la testa dove altre volte possono fuoriuscire dei ciuffi quando ti lavi i denti o sotto la doccia. Spesso, le donne perdono i capelli attorno all'attaccatura dei capelli, quindi i loro capelli sembrano molto sottili nella parte anteriore", spiega Friese. Ma stai tranquillo: non succederà tutto dall'oggi al domani e non ti sveglierai all'improvviso con un punto calvo. Ancora meglio, ci sono modi per trattarlo.

Come gestire la caduta dei capelli dopo il parto

Considera la tua dieta

Una dieta sana è importante per la salute e la crescita dei capelli. Per ciocche succulente, Friese consiglia di consumare cibi ricchi di biotina, come le uova, così come gli omega come il pesce grasso e le noci. Anche le proteine ​​e le verdure a foglia verde che contengono vitamina B (pensa: broccoli e spinaci) dovrebbero essere aggiunte ai tuoi pasti regolari. Infine, stai alla larga dagli alimenti trasformati e dallo zucchero raffinato, che possono ridurre i follicoli piliferi o farli cadere.

Usa gli spray per ritocco alla radice

Quei peli corti che sei convinto siano peli di un bambino rotti intorno alle tempie e non si stanno affatto spezzando. Friese dice che questi "ciuffi" di capelli corti sono in realtà solo peli che ricrescono nelle aree in cui li hai persi. Mentre gli dai il tempo di crescere completamente, prova uno spray colorato per ritoccare le radici, che può riempire temporaneamente qualsiasi punto "calvo" e far apparire i capelli più spessi nelle aree di bisogno.

Evita acconciature strette

Tra sputare e lavare i biberon, un ciuffo o una coda di cavallo è l'acconciatura preferita di molte neomamme. Tuttavia, sia Friese che il dottor Yates mettono in guardia contro le acconciature strette, poiché possono tirare i follicoli piliferi. La trazione costante non solo può causare la caduta dei capelli, ma può causare la rottura, che può far sembrare le tue ciocche ancora più sottili. Invece, opta per acconciature che non richiedono tensione (ovvero trecce sciolte) e, se una coda di cavallo è un must, opta per un elastico che non abbia una barra di metallo. Una clip ad artiglio è anche un modo semplice e chic per fissare i capelli senza quella tensione aggiuntiva.

Attenti al cuoio capelluto

Un cuoio capelluto sano è il primo passo per una corretta crescita dei capelli e per serrature più forti. Pensa: prodotti su misura per quest'area, come gli esfolianti del cuoio capelluto che scongiurano l'accumulo e la desquamazione del prodotto, così come i toner che riequilibrano i livelli di pH del cuoio capelluto. Anche massaggiare il scalpo, con una spazzola o anche solo con la punta delle dita, può aiutare, poiché migliora la circolazione ai follicoli piliferi, creando un ambiente sano per la crescita dei capelli. Infatti, in uno studio, un massaggio quotidiano del scalpo di quattro minuti nell'arco di tre settimane ha contribuito a migliorare lo spessore dei capelli per i soggetti rispetto al gruppo di riferimento senza alcuna stimolazione dei capelli o del cuoio capelluto. Un po 'di tempo in più per prendersi cura di sé non fa mai male alle neomamme, giusto?

Prova gli integratori per la crescita dei capelli

Se stai davvero lottando con la caduta dei capelli, potrebbe valere la pena esaminare gli integratori per la crescita dei capelli. Cerca quelli che contengono antiossidanti (come le vitamine C ed E), poiché aiutano a sostenere un cuoio capelluto sano. La biotina e lo zinco, di cui sono fatti molti integratori per la crescita dei capelli, sono anche i massicci quando si tratta di incoraggiare la crescita dei capelli. Qualunque integratore tu scelga, assicurati di parlare in anticipo con il tuo medico. E ricorda: questi non sono approvati dalla FDA, quindi se stai cercando una cura miracolosa, non la troverai in una bottiglia di integratori. È meglio attenersi a una dieta sana, prendersi cura dei propri capelli e avere molta pazienza (e aggiungere un integratore se lo si ritiene opportuno) man mano che i capelli ricrescono.

Fonte: TZR

CONVERSATION

Metodo ZAFFIRO
Lo zaffiro è più vantaggioso delle lame con punta in acciaio. Le lame con la punta in acciaio perdono la loro affilatura nel tempo, causando danni nella pelle. Ma lo zaffiro non perde la sua nitidezza, è un cristallo resistente e non causa danni eccessivi sulla pelle.