Cattive abitudini di cura dei capelli che devi rompere quest'estate

Cattive abitudini di cura dei capelli che devi rompere quest'estate


 Oh l'estate! Tempo per viaggiare e godersi le attività all'aria aperta! Non è un caso che sia il periodo più felice dell'anno, vero? Ma in mezzo a tanto sole, caldo, piscina, mare e inquinamento atmosferico, non possiamo dimenticare le cure necessarie per avere capelli sani durante l'estate.

In questo periodo dell'anno il sole è più forte e intenso, essendo uno degli agenti esterni che più danneggiano i fili, lasciandoli secchi e fragili. Quando si parla di capelli secchi, amici miei, può succedere di tutto (male)! Quindi ecco alcuni consigli e prodotti naturali per mantenere i capelli sani durante l'estate, puntando a capelli sani nelle prossime stagioni! Andiamo insieme? Qui Clelia Cecilia Angelon, CEO e Fondatrice di Surya Brasil condivide alcuni suggerimenti:

Proteggi i tuoi capelli dal sole

Il sole intenso (radiazioni UVA e UVB) danneggia i capelli, provocando la “massa” persa, costituita da importanti vitamine e proteine ​​per ottenere una struttura capillare soda e sana. Puoi sicuramente goderti il ​​sole ma sempre indossando cappelli, berretti o protezioni termiche per capelli.

Legare i capelli

Solo chi ha i capelli lunghi sa quanto fa caldo in estate, ed è per questo che tende ad essere, il più delle volte, intrappolato o legato. Scegli accessori che non danneggino le ciocche e sciogli accuratamente, senza strappare o spezzare i tuoi preziosi capelli.

Fai attenzione con la piscina o il mare

I capelli asciutti, una volta a contatto con l'acqua, li assorbono come una spugna. L'acqua di mare ha sale e il sale rimuove l'idratazione (acqua) e la protezione (grassi naturali). Le piscine, invece, hanno il cloro, che con il suo pH basso lascia i capelli secchi, deboli e sfibrati. Indipendentemente dal fatto che sia mare o piscina, inumidisci sempre i capelli con acqua fresca prima e dopo e, se necessario, usa creme idratanti senza risciacquo, di un marchio che non danneggia l'ambiente.

Scegli il prodotto giusto, aumentando la frequenza di idratazione

Scegli una linea di trattamento nutriente e prova ad usarla ogni volta che ne senti il ​​bisogno. L'estate non va di pari passo con l'inquinamento ambientale, quindi cercate un prodotto vegano e più naturale, che oltre a prendersi cura di voi, si prenderà cura dei nostri fiumi e mari.

Evita i bagni molto caldi

Sappiamo quanto può essere rilassante un bagno caldo, ma proprio come sulla pelle, l'acqua calda dissolve gli oli naturali e porta con sé tutta l'idratazione che esiste nei tuoi capelli. Già nel cuoio capelluto, l'alta temperatura stimola le ghiandole sebacee favorendo un aumento dell'untuosità. Quindi ricorda sempre, fai la doccia solo con la temperatura dell'acqua tra calda e fredda. Se sei una persona a cui piace l'acqua calda, prova a finire l'ultimo risciacquo con acqua fredda, questo aumenterà la forza e la lucentezza dei tuoi capelli!

Cura dopo il bagno

Capelli ben puliti e senza acqua calda, è ora di asciugarsi! La prima raccomandazione è nell'uso dell'asciugamano, non strofinare mai l'asciugamano sui capelli, ma premere delicatamente rimuovendo l'acqua in eccesso (ti garantiamo che l'effetto sarà lo stesso). Durante la pettinatura, cerca di utilizzare pettini di legno, poiché questo tipo di materiale non rompe la fibra capillare (oltre a rimuovere tutta l'energia statica). Se vi piace fate asciugare naturalmente, ma se vi piace molto utilizzare le fonti termiche per rifinire (come nel caso di asciugatrici e ferri da stiro, ad esempio) sappiate che queste fonti di calore asciugano anche le ciocche, lasciandole fragili e inclini a cadere.

Prendersi cura dei propri capelli in estate non è un compito facile, ma è meglio aggiungere queste abitudini alla propria routine di cura dei capelli, piuttosto che spendere tempo e denaro cercando di recuperarli nei prossimi mesi, no? Quindi non lasciare da parte l'estate, divertiti, proteggiti e divertiti!

CONVERSATION

Metodo ZAFFIRO
Lo zaffiro è più vantaggioso delle lame con punta in acciaio. Le lame con la punta in acciaio perdono la loro affilatura nel tempo, causando danni nella pelle. Ma lo zaffiro non perde la sua nitidezza, è un cristallo resistente e non causa danni eccessivi sulla pelle.